Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Alpha, Delta e Now Omicron – 6 domande importanti con risposta mentre i casi di COVID-19 aumentano in tutto il mondo

L’elenco delle varianti SARS-CoV-2, ognuna con i propri tratti unici che danno loro un vantaggio, continua a crescere.

Nota del redattore di “The Conversation”: The Omicron variabile A partire dal SARS-CoV-2virus che provoca COVID-19, nutrire a Rapido aumento dei casi a livello globale. Abbiamo chiesto a un team di virologi e immunologi dell’Università del Colorado Boulder di valutare alcune delle domande scottanti che le persone si pongono sulla nuova alternativa.

In cosa differisce omicron dalle varianti precedenti?

Esistono due differenze principali tra l’omcron e le precedenti varianti del virus SARS-CoV-2 emerse alla fine del 2019. I primi dati suggeriscono che i casi di omicron sono più lievi delle infezioni causate dalla variabile delta. D’altro canto, omicron è più trasmissibile – il che significa che si diffonde facilmente – rispetto alle varianti precedenti. Può essere fonte di confusione pensare agli effetti complessivi di un virus che è molto più mite e anche molto più contagioso.

Quando la variante delta è diventata mainstream e ha cambiato alfa nell’estate del 2021, è stata in grado di farlo perché era Tra il 40% e il 60% più portatile. Ora, la variabile omicron è pari Più trasferibile del delta.

È difficile dare numeri su come trasmissibile una variabile sia più intrinsecamente di un’altra, perché i comportamenti umani ei tassi di vaccinazione sono in continuo mutamento. Questi fattori, insieme alla trasmissibilità, influenzano il modo in cui il virus viene trasmesso in una popolazione.

Rispetto al ceppo SARS-CoV-2 originale, omcron contiene 72 boom in tutto il genoma. Alcune di queste mutazioni spiegano nuove complesse caratteristiche che caratterizzano questa variante. Descriviamo questi cambiamenti nella proteina spike, un’importante proteina di superficie che consente al virus di attaccarsi e infettare le cellule. È anche la caratteristica principale del virus che il sistema immunitario umano riconosce.

Perché Omicron si diffonde così rapidamente?

Studi preliminari indicano che l’omicron è più efficace per la riproduzione nelle vie aeree superiori, compreso il nasoe gola, E Bocca, rispetto alle varianti precedenti, rendendolo più simile al comune virus del raffreddore. Se i dati di questi studi iniziali persistono, può aiutare a spiegare l’elevata trasmissibilità dell’omicron: i virus si replicano nelle vie aeree superiori. Potrebbe diffondersi più facilmente, anche se le ragioni di ciò non sono del tutto chiare.

READ  Giove e Venere sembrano quasi scontrarsi in un raro spettacolo celeste | Vuoto

Inoltre, l’omicron è spesso in grado di farlo eludere l’immunità esistente Abbastanza a lungo perché l’infezione inizi, causi sintomi e passi alla persona successiva. Questo spiega il motivo della reinfezione e del vaccino infezioni penetranti Sembra essere più comune con omicron.

Variante Omicron del virus Covid

Omicron ha un gran numero di mutazioni ed è più trasmissibile rispetto alle precedenti varianti di SARS-CoV-2.

Queste caratteristiche, e la tempistica di questa variante emersa durante le festività natalizie, hanno portato a uno straordinario aumento dei contagi da COVID-19 negli Stati Uniti così come l’inverno – che ha portato le persone al chiuso – insieme a stanchezza epidemicae hai la tempesta perfetta per una trasmissione veloce.

La buona notizia è che le vaccinazioni e i richiami di vaccino comunque Fornisce una buona protezione Contro le malattie gravi e il ricovero. Ma dato l’attuale numero di casi, ciò significa ancora molte malattie, ricoveri e decessi nelle prossime settimane.

Un omicron potrebbe avvicinare una popolazione all’immunità di gregge?

immunità di gregge Si verifica quando un numero sufficiente di persone ha l’immunità a un virus che non si diffonde più bene. È possibile solo quando sono soddisfatte due condizioni. In primo luogo, gran parte della popolazione deve essere vaccinata o riprendersi da un’infezione precedente. In secondo luogo, una precedente vaccinazione o infezione deve conferire un’immunità sufficiente per prevenire o rallentare un’infezione futura. Le campagne di vaccinazione, unite alla diffusione dell’infezione da oomicron, saranno sufficienti per vaccinare la mandria?

Tre problemi fanno sperare per l’immunità di gregge a lungo termine dopo Omicron. Il primo è che l’immunità diminuisce naturalmente nel tempo, indipendentemente dal fatto che sia stata causata da un precedente vaccino o da un’infezione. Non è ancora chiaro per quanto tempo persista l’infezione o la vaccinazione contro questo virus, perché SARS-CoV-2 ha infettato gli esseri umani solo per due anni. Infine, studi controllati saranno in grado di determinarlo.

In secondo luogo, i bambini di età inferiore ai 5 anni non sono ancora idonei per i vaccini COVID-19 e i bambini suscettibili nascono ogni giorno. Pertanto, fino a quando tutte le fasce di età non saranno idonee alla vaccinazione, è probabile che sia in corso una trasmissione nei bambini.

READ  I proprietari di cani hanno avvertito della diffusione di virus altamente contagiosi nel sud della Florida - CBS Miami

E terzo, non possiamo escludere che nuove varianti possano sfuggire all’immunità esistente. come Ho mostrato omicronL’infezione con una variante non garantisce la protezione contro l’infezione con le varianti future.

Insieme, questi tre fattori suggeriscono che, anche se una parte sufficientemente ampia della popolazione si riprende dall’omicron, è improbabile un’immunità di gregge a lungo termine. Questi sono gli stessi motivi per cui gli esseri umani non ottengono mai l’immunità di gregge a lungo termine all’influenza e devono ottenere un nuovo vaccino antinfluenzale ogni anno.

È importante ricordare che con tutte le variabili finora, la maggior parte delle persone che sono state ricoverate in ospedale con COVID-19 non vaccinato. Ciò dimostra che i vaccini sono uno strumento efficace per ridurre la gravità della malattia e possono essere utili anche contro nuove varianti.

Da dove vengono le nuove varianti come Omicron?

Quando i virus fanno più copie di se stessi all’interno delle cellule umane, commettono errori in questo processo – mutazioni – che cambiano il loro codice genetico. La maggior parte di queste mutazioni non sarà benefica per il virus. Tuttavia, in alcuni casi, il virus vince il jackpot per una o più mutazioni benefiche che ne alimentano la diffusione nella popolazione. La variante alfa ha alcune mutazioni nella proteina spike prodotta È più facile per i virus infettare le cellule. La variante delta contiene ulteriori mutazioni La diffusione del virus è migliorata. Omicron, con il suo incredibile numero di mutazioni, è davvero strano. È raro che il coronavirus accumuli rapidamente così tante mutazioni nel suo genoma.

Le origini di Omicron non sono ancora ben comprese. Una teoria prevalente è che una persona immunocompromessa abbia contratto il coronavirus per Un lungo periodo di tempo, Porta a Evoluzione virale accelerata. Un’altra teoria Si ipotizza che l’omicron possa essersi evoluto in altre specie animali e poi infettare nuovamente gli esseri umani. In alternativa, l’omicron potrebbe essersi gradualmente evoluto in un sito povero Sequenza di sorveglianza. Resta ancora molto da capire sui fattori che hanno portato all’emergere di questa variante altamente mutata.

READ  Il sole è una fonte potenzialmente sorprendente

L’omcron potrebbe mutare per essere più letale?

Le varianti che sono venute alla ribalta lo hanno fatto perché contenevano mutazioni benefiche del coronavirus. Stiamo essenzialmente assistendo all’evoluzione darwiniana – la sopravvivenza del più adatto – in tempo reale. Le varianti con mutazioni benefiche, come quelle che forniscono fuga dagli anticorpi o tempi di incubazione più brevi, stanno rapidamente sostituendo i loro predecessori meno adatti.

La cosa più importante da ricordare sull’evoluzione del virus è che la selezione naturale favorisce le varianti che si diffondono meglio di altre specie. La grande notizia è che le varianti più patogene – o pericolose – hanno meno probabilità di diffondersi bene. Questo perché le persone che si sentono particolarmente malate tendono ad autoisolarsi naturalmente, riducendo la possibilità di trasmettere il virus.

La buona notizia è anche che, perché l’infezione è una variabile Fornisce immunità parziale agli altri, la rapida diffusione dell’omcron ha portato al rapido declino del delta.

A questo punto, si prevede che tutte le nuove varianti diventino diffuse – le cosiddette variabili preoccupanti – Continuerà ad essere altamente trasmissibile.

E il clamore su “deltacron” e “flurona”?

All’inizio di gennaio 2022, i ricercatori a Cipro hanno segnalato casi di contenimento di COVID-19 sequenze omicron e delta, soprannominato “deltacron”. Tuttavia, altri studiosi ipotizzano che questo non sia altro che un file contaminanti di laboratorio Un campione di omicron contaminato da delta. Sebbene siano necessari ulteriori dettagli, al momento non c’è motivo di preoccuparsi di questo potenziale ibrido perché non è stato osservato così comunemente.

E nelle ultime settimane Apparve il termine “Florona”., riferendosi a una persona infetta contemporaneamente dal virus dell’influenza e dal virus Corona. Sebbene rare, situazioni come questa si verificano ed è importante ridurre il rischio ricevendo il vaccino contro l’influenza e il COVID-19. Ma è importante notare che Florona non è una nuova miscela dei genomi dell’influenza e del coronavirus, il che rende il termine in qualche modo improprio.

scritto da:

  • Sarah Sawyer è professoressa di biologia molecolare, cellulare e dello sviluppo presso l’Università del Colorado Boulder
  • Arturo Barbaciano Guerrero – Postdoctoral Fellow in Virology, University of Colorado Boulder
  • Cody Warren – Postdoctoral Fellow in Virology and Immunology, University of Colorado Boulder

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta in Conversazione.Conversazione