Ottobre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Almeno 65 persone sono state uccise negli incendi in Algeria, tra cui Grecia e Italia

  • I vigili del fuoco greci combattono l’incendio per il nono giorno
  • Due persone sono morte in un incendio nel sud Italia
  • Le ondate di calore colpiscono i paesi del Mediterraneo

Atene/Algeri, 11 agosto (Reuters) – I vigili del fuoco greci esausti hanno spento le fiamme mercoledì per il nono giorno.

I paesi del Mediterraneo, dalla Turchia alla Tunisia, stanno registrando le temperature più calde degli ultimi decenni, poiché il Gruppo per il clima delle Nazioni Unite ha avvertito questa settimana che il riscaldamento globale è pericoloso.

La Grecia, in preda alla peggiore ondata di caldo degli ultimi tre decenni, è stata evacuata da circa 20 villaggi nel Peloponneso, anche se l’antica Olimpia, sede dei primi Giochi Olimpici, è sfuggita all’inferno.

Con l’aiuto di colleghi provenienti da Francia, Gran Bretagna, Germania e Repubblica Ceca, circa 580 vigili del fuoco greci hanno combattuto l’incendio a Cordinia, vicino a Olimpia.

La seconda isola più grande della Grecia, Evia, è stata trovata ad est di Atene e ha subito alcuni dei peggiori disastri della scorsa settimana.

“Se gli elicotteri e i bombardieri d’acqua fossero appena arrivati ​​e fossero stati in funzione per sei o sette ore, gli incendi sarebbero stati spenti il ​​primo giorno”, ha detto, guardando una spiaggia deserta presso il resort Pefsky. Su Evia.

Il primo ministro Griagos Mitsodakis l’ha definita una “terribile estate” e si è scusato per non aver affrontato gli oltre 500 incendi che si sono diffusi in tutta la Grecia.

“La nostra identità batte su Gray”

All’altra estremità del Mediterraneo, il governo algerino ha impedito all’esercito di assistere agli incendi nel nord del Paese, uccidendo almeno 65 persone, tra cui almeno 28 soldati.

Tizi Ouzou, il distretto più grande della regione montuosa di Kabili, è stato gravemente colpito, con case bruciate e residenti che si sono rifugiati in hotel, ostelli e ostelli universitari nelle città vicine.

Il presidente Abdelmadjit Deboun ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale per i morti.

Migliaia di acri di terra nel sud Italia sono stati avvolti dalle fiamme a 40.000 gradi Celsius (104 gradi F).

I vigili del fuoco hanno dichiarato su Twitter di aver effettuato più di 3.000 operazioni nelle ultime 12 ore in Sicilia e Calabria e di aver utilizzato sette aerei per spegnere l’incendio.

“Stiamo perdendo la nostra storia, la nostra identità viene ridotta in cenere, le nostre anime vengono bruciate”, ha scritto su Facebook Cusep Falcomata, sindaco locale in Calabria, quando un uomo di 76 anni è morto quando la sua casa ha preso fuoco.

Un uomo di 30 anni vicino a Catania è morto quando il suo trattore si è ribaltato mentre trasportava acqua per spegnere un incendio, secondo quanto riportato dai media locali.

La capitale tunisina, Tunisi, ha registrato martedì un massimo storico di 49°C (120°F), secondo l’Agenzia Meteorologica.

La Turchia è stata colpita da quasi 300 incendi nelle ultime due settimane, distruggendo decine di migliaia di ettari di foresta, anche se solo tre stavano bruciando entro la fine di mercoledì.

Tuttavia, la costa settentrionale della Turchia ha dovuto affrontare una sfida diversa: l’inondazione ha demolito un ponte e ha lasciato i villaggi senza elettricità dopo piogge insolitamente intense.

READ  Museo del Giocattolo - Bergamo, Italia

Gli incendi non sono limitati al Mediterraneo. La California ha diffuso il secondo incendio più grande della sua storia di quasi 500.000 acri (2.000 km quadrati) domenica scorsa.

La Commissione per il clima delle Nazioni Unite ha pubblicato un rapporto lunedì affermando che i gas serra nell’atmosfera garantiscono il cambiamento climatico per decenni, se non di più.

Rapporto Reuters sul Perox; Scritto da Gareth Jones; Montaggio di Janet Lawrence

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.