Luglio 4, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Almeno 11 persone sono state uccise dall’uragano Agatha, che ha causato inondazioni e smottamenti nel sud del Messico.

L’uragano Agatha ha ucciso almeno 11 persone e ha lasciato 20 dispersi a causa di un uragano di categoria 2 che ha colpito il Messico meridionale.

Il governatore dello stato meridionale di Oaxaca ha affermato che i fiumi hanno straripato le loro sponde e trascinato le persone nelle loro case, mentre altre vittime sono state sepolte sotto fango e rocce.

“C’erano due ragioni principali”, ha affermato il governatore Alejandro Murad.

“C’erano fiumi che straripavano, e d’altra parte, e la cosa più pericolosa, erano le frane”.

Il signor Murad ha detto che le morti sembravano essere concentrate in un certo numero di piccole città sulle montagne, appena nell’entroterra della costa.

Ma ha detto che ci sono state anche segnalazioni di tre bambini scomparsi vicino alla località di Huatulco.

Una casa con il tetto di paglia distrutta vicino a una frana
Un ristorante distrutto dall’uragano Agatha a San Isidro del Palmar.(Reuters: José de Jesus Cortes)

L’uragano Agatha è atterrato lunedì pomeriggio (ora locale) su un tratto scarsamente popolato di piccole località balneari e villaggi di pescatori di Oaxaca.

Area più forte registrata per il mese di maggio

Era un potente uragano di categoria 2, con venti massimi di 169 km/h, ma ha perso rapidamente forza spostandosi nell’entroterra sopra l’interno montuoso.

I resti di Agatha si stavano spostando a nord-est di Veracruz.

Murad ha detto che l’elettricità è stata ripristinata in alcune comunità vicino alla costa, ma alcuni ponti sono stati spazzati via e un certo numero di autostrade sono state bloccate da smottamenti di fango.

Soldati in piedi davanti a una casa distrutta
Agatha è entrato nella storia come il più forte uragano mai registrato che è arrivato a terra a maggio durante la stagione degli uragani nel Pacifico orientale.(Reuters: José de Jesus Cortes)

San Isidro del Palmar, a pochi chilometri dalla costa, è sommersa dal fiume Tonamica che attraversa la città.

Gli abitanti guadavano nelle acque profonde quanto il loro collo per salvare ciò che potevano ottenere dalle loro case, camminando cauti con pile di vestiti sopra la testa e figure religiose in braccio.

Argio Aquino, che aveva vissuto tutta la vita in paese, disse di poter ricordare solo altre due occasioni in cui vide una tale alluvione.

“Le case sono completamente allagate, quindi stanno portando via tutto”, ha detto il signor Aquino, osservando i suoi vicini.

«Ci ​​sono negozi e case.

“Più di ogni altra cosa, dobbiamo cercare di mantenere tutte le cose buone, perché tutto il resto verrà spazzato via”.

Un uomo messicano con un berretto da baseball sembra essere sotto shock all'interno della sua casa distrutta
Per salvare ciò che può, un uomo si trova all’interno della sua casa devastata dall’alluvione.(Reuters: José de Jesus Cortes)

L’acqua marrone di Tonameca ha raggiunto i finestrini delle auto parcheggiate e dei minibus utilizzati per il trasporto locale.

Nelle vicinanze, piogge torrenziali e forti venti hanno colpito la località balneare di Zipolite, nota per la sua spiaggia semplice e l’atmosfera bohémien.

Lunedì il vento ha soffiato per circa sei ore, secondo Silvia Ranvagni, manager dell’Hotel Casa Kalmar di Zipolite.

“Il suono del vento era molto forte e acuto”, ha detto la signora Ranvani.

“È iniziato alle 13:00 quando la copertura telefonica è stata interrotta e non si è calmato fino alle 7:30.

Due uomini aiutano una donna anziana per strada.  Stanno tenendo un ombrello e sembrano correre.
Molte persone si sono rifugiate nei rifugi per le tempeste mentre l’uragano Agatha ha colpito la costa meridionale del Messico.(Agence France-Presse: Gil Obed)

“Sono caduti molti alberi e le strade sono state spazzate via”, ha detto.

Molti tetti di metallo e paglia sono stati frantumati.

L’uragano Agatha si è formato domenica e ha rapidamente guadagnato forza.

È stato il più forte uragano mai atterrato a maggio nel Pacifico orientale, ha affermato Jeff Masters, metrologo di Yale Climate Connections.

Un grande cartello per una stazione di servizio a terra
Il potente uragano di categoria 2, con venti massimi di 169 chilometri orari, ha distrutto importanti infrastrutture.(Reuters: José de Jesus Cortes)

AFP/Reuters

READ  Le batterie agli ioni di litio "mantengono il fuoco acceso" su una nave mercantile in fiamme che trasporta auto di lusso