Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Alitalia, che era il vettore del gruppo jet, vola per l’ultima volta

AFP

Alitalia, la compagnia aerea che ha simboleggiato gli anni del dopoguerra in Italia e La Dolce Vita, ha effettuato il suo ultimo volo giovedì, dopo che la pandemia di Covid-19 ha inferto un colpo fatale a una compagnia che i governi del Paese avevano sostenuto per anni.

La 75enne compagnia di bandiera – che alla fine degli anni ’60 era la terza più grande d’Europa, dopo British Airways e Air France – era nella versione italiana della protezione fallimentare dal 2017. Non realizzando profitti annuali da due decenni, ha ha lottato per un po’ di tempo con la concorrenza delle compagnie aeree a basso costo e una forza lavoro ad alto costo e soggetta a scioperi. Questi problemi sono proseguiti quasi fino alla fine: lo sciopero di questa settimana ha comportato la cancellazione di oltre 100 voli.

Formata poco dopo la seconda guerra mondiale, divenne il vettore non ufficiale di un aereo a reazione emergente tra gli Stati Uniti e l’Europa. In particolare, ha spostato star del cinema italiano e americano tra i set cinematografici di Hollywood e quelli italiani. Il periodo di massimo splendore di Alitalia ha coinciso con la romanticizzazione della “dolce vita” a Roma in film come “La dolce vita” di Federico Fellini degli anni ’60. Le pubblicazioni patinate includevano Sophia Loren, che una volta partecipava alla pubblicità per la compagnia aerea.

Anche una serie di papi l’ha usata come loro compagnia aerea preferita: il caratteristico verde e rosso delle pinne caudali di Alitalia ha fatto da sfondo ai partecipanti all’aeroporto papale di tutto il mondo. Papa Francesco si è recato in Alitalia il mese scorso da Roma in Ungheria e poi in Slovacchia.

READ  Dimensioni e previsioni del mercato dei prodotti in film di fluoropolimero

Gli analisti hanno affermato che Alitalia non si è mai adattata al massiccio processo di liberalizzazione che ha portato alla fusione delle principali compagnie aeree e all’emergere di compagnie aeree low cost. Treni sempre più veloci sono entrati anche nel redditizio mercato interno della compagnia aerea. Durante tutti questi venti contrari, il governo italiano ha agito come investitore di ultima istanza, intervenendo di recente con una serie di salvataggi e tentativi di trovare nuovi partner.

Il governo italiano ha investito più di 10 miliardi di euro, o circa 11,6 miliardi di dollari, in Alitalia dal 2008, secondo Andrea Giuricin, professore di economia all’Università Bicocca di Milano e amministratore delegato di TRA Consulting. Alitalia ha rifiutato di commentare la stima.

Nel tentativo di dare una svolta alla compagnia aerea, Etihad Airways di Abu Dhabi, a un certo punto un importante contributore, ha introdotto la formazione nel 2016 per aiutare gli assistenti di volo a essere più amichevoli. La compagnia aerea ha rinnovato le lounge aeroportuali con un diverso mix di forni per caffè e pizza e ha introdotto nuove divise.

Nel 2012 Alitalia ha trasportato 25 milioni di passeggeri, circa il 17% del mercato italiano e quasi al livello di Ryanair Holdings PLC, la più grande compagnia aerea low cost d’Europa. Entro il 2019, Ryanair ha trasportato in Italia quasi il doppio di passeggeri rispetto ad Alitalia.

La pandemia di coronavirus – che ha bloccato i viaggi aerei per diversi mesi – ha assestato il colpo finale. Il primo ministro italiano Mario Draghi ha resistito alle richieste del governo di intervenire nuovamente per salvare la compagnia aerea.

READ  Leslie Bibb si unisce al cast di mio padre | intrattenimento

Una nuova compagnia aerea che venerdì ha effettuato il suo primo volo ha rilevato alcuni asset di Alitalia, tra cui 52 aerei e la maggior parte dei porti dell’aeroporto, oltre a circa un quarto del suo personale. Italia Trasporto Aereo è interamente controllata dal governo italiano dopo un investimento di 720 milioni di euro.

ITA ha acquistato il marchio Alitalia per 90 milioni di euro e lo utilizzerà durante un periodo di transizione, ma alla fine il nome storico è destinato a scomparire, ha detto venerdì il presidente di ITA Alfredo Altavilla. Ha detto che l’ITA voleva acquistare anche il marchio Alitalia, per assicurarsi che nessun concorrente lo prendesse.

L’ultimo volo di Alitalia – da Cagliari in Sardegna a Roma – è atterrato giovedì poco dopo le 23 locali. Il Papa deve ancora dire se ITA sarà la compagnia aerea verso cui andrà.

Questa storia è stata pubblicata dal feed dell’agenzia di stampa senza modifiche al testo

partecipazione a Newsletter alla menta

* Inserisci un’email disponibile

* Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter.

Non perderti nessuna storia! Rimani connesso e informato con Mint. Scarica subito la nostra app!!