Maggio 26, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Adobe offre Frame.io per Creative Cloud e aggiornamenti per After Effects e Premiere Pro

Adobe offre Frame.io per Creative Cloud e aggiornamenti per After Effects e Premiere Pro

Adobe ha portato la sua piattaforma di collaborazione video Frame.io ai suoi clienti Creative Cloud e ha rilasciato aggiornamenti per After Effects e Premiere Pro, incluso il supporto M1 nativo per After Effects.

Con l’introduzione di Frame.io per Creative Cloud, gli editor video e le principali parti interessate del progetto, inclusi produttori, agenzie e clienti, possono collaborare nel cloud.

Un flusso di lavoro integrato di revisione e approvazione della post-produzione è progettato per consentire agli editori di ottenere l’approvazione finale più rapidamente.

Come parte di un abbonamento Creative Cloud, i creatori di video possono condividere il lavoro in corso con un numero illimitato di revisori in qualsiasi parte del mondo; Ottieni commenti e annotazioni accurati al fotogramma all’interno di Premiere Pro e After Effects senza uscire dalla loro sequenza temporale; Utilizza la tecnologia di trasferimento di file accelerato Frame.io per caricare e scaricare rapidamente i media con lo spazio di archiviazione dedicato da 100 GB di Frame.io; Lavora su un massimo di cinque progetti diversi contemporaneamente con un altro utente remoto; Lavora con Camera to Cloud per ottenere filmati della videocamera per editor, motion designer e altre parti interessate.

Steve Warner, vicepresidente per video e audio digitali di Adobe, ha affermato che la combinazione di Premiere Pro e Frame.io ha offerto ai clienti “l’unica soluzione unica al mondo per la creazione di video dall’input all’editing all’output”.

“Questo è il primo passo verso la costruzione di una solida piattaforma basata su cloud per il futuro dell’industria video”, ha affermato.

Nuovi aggiornamenti in After Effects e Premiere Pro:

Effetti postumi:
• Il supporto nativo M1 ora funziona fino a sette volte più velocemente e rende le composizioni due volte più veloci sui Mac M1 rispetto a iMac Pro Intel 10-core.
• Rilevamento dell’editing delle scene con tecnologia Adobe Sensei Utilizza l’intelligenza artificiale (AI) più recente e l’apprendimento automatico per rilevare automaticamente i cambiamenti di scena in una clip modificata e posizionarli come livelli individuali o creare tag nei punti di montaggio per una configurazione più rapida del progetto.
• Il visualizzatore esteso consente agli utenti di visualizzare i livelli 2D e 3D al di fuori del bordo del fotogramma quando utilizzano il motore di bozza 3D, il che significa che possono vedere più design, navigare nello spazio 3D e spostare i livelli 3D più facilmente. Gli utenti possono nascondere o scurire l’area al di fuori dell’inquadratura per dare un’occhiata allo scatto finale.
• Gli indicatori 3D Layer Binning mostrano i livelli 3D visualizzati insieme nello stesso spazio 3D, consentendo loro di intersecare e proiettare ombre l’uno sull’altro. Ciò offre agli utenti una mappa visiva di come After Effects crea insieme i livelli 2D e 3D.

READ  Come giocare a Microsoft Flight Simulator 2020 su Xbox All Access

Premier Pro:
• Reimmaginare l’esperienza di importazione ed esportazione della barra di intestazione:
L’importazione si concentra sui media piuttosto che sulle impostazioni del progetto, consentendo ai creatori di video di scansionare e strofinare i file per aggregare i media da posizioni diverse.
– Una barra di intestazione che fornisce una navigazione più pulita e centralizzata in modo che gli utenti possano passare rapidamente dalle attività di importazione, modifica ed esportazione di base.
L’esportazione consente agli utenti di caricare rapidamente i media direttamente su destinazioni popolari come YouTube, Facebook e Twitter. È dotato di preimpostazioni intelligenti che eliminano le congetture dalla crittografia e dalla preparazione dei file per la consegna, rendendo più facile per i nuovi utenti e per i professionisti la distribuzione dei contenuti.
• Il colore automatico basato su Adobe Sensei utilizza l’intelligenza artificiale per creare correzioni del colore per il primo passaggio. Serve come guida per aiutare i nuovi creatori di contenuti a conoscere le mod. È anche un punto di partenza per gli utenti esperti per monitorare rapidamente la correzione del colore prima di passare ad attività di colore secondarie, come la tonalità della pelle o le regolazioni del cielo. Colore automatico è stato introdotto come Tono automatico nella beta pubblica di Premiere Pro nel 2021.
• I miglioramenti delle prestazioni e del flusso di lavoro includono la possibilità di mostrare e nascondere i tag in base al colore, un indicatore di avanzamento del remix per le clip audio e una frequenza di riproduzione della modalità di taglio migliorata.
• Nuove risorse Adobe Stock gratuite, tra cui migliaia di clip video HD, modelli di animazione e altro, ora disponibili nell’app.

READ  3 domande da porre sulla gestione efficace dei documenti con SharePoint