Marzo 4, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

2023 Palermo-Montcarlo – Giorno 5

2023 Palermo-Montcarlo – Giorno 5

2023 Palermo-Montcarlo – Giorno 5

Di Palermo Montecarlo 26 agosto 10:07 PST
22-27 agosto 2023

2023 Palermo Montecarlo – Quinto e ultimo giorno © Circolo della Vela Sicilia / Studio Borlenghi


Nella quinta e penultima giornata della Palermo-Montecarlo 2023, la grande regata marittima di fine agosto svela sempre più la sua immagine, il bilancio della diciottesima edizione.

E come sempre è la Palermo-Montcarlo dai mille volti. Si comincia con i grandi campioni del Maxi, tra tentativi di rete e vittorie in tempo reale. Poi arriva il turno delle imbarcazioni di medie dimensioni, che si esibiscono e si preparano per questo tipo di regate in mare, con super equipaggi a bordo, contendendosi il podio nelle classifiche a cronometro. In mezzo ci sono i Class 40, imbarcazioni oceaniche con un proprio circuito nel Mediterraneo, e gli equipaggi gareggiano a coppie (classifica 2 per). Infine si tocca alla flotta di piccole imbarcazioni, con marinai poco professionisti che danno vita a una dimostrazione di resistenza, non si arrendono e alla fine sono loro che navigano di più, trascorrendo anche quattro notti in mare.

La notte prima di sabato 26 agosto è stata una notte insonne, lungo le banchine dello Yacht Club di Monaco, per l’arrivo di diversi arrivi che si sono susseguiti. Undici barche, spinte da un forte libeccio di 12-13 nodi sul Mar Ligure, sono arrivate davanti al Principato di Monaco, dove i venti si sono calmati rallentando il taglio della lenza. Ad aprire la classifica Sisi, l’austriaco VO65 pilotato da Jeroen Jansen, quinto assoluto. Verso mezzanotte è stata la volta del Made in Midi per il leggendario navigatore francese Quito de Bavant (quattro postazioni nel Vendée Globe), il primo della classe 40.

Segue uno sprint tra cinque barche che tagliano il traguardo in mezz’ora: Aarti Jib, del maltese Lee Satarianu, tagliato alle 00:12, seguito 7 minuti dopo da uno sprint tra i francesi: Chinapan 4, Caer 40 di Gilles Caminade e Tonnerre de Glen, Caer 46 Del team di Dominic Tian, ​​competono entrambi per la classifica IRC e quindi si preoccupano di guadagnare ogni secondo. Dopo altri 4 minuti è stata la volta dell’Otra Fizz, l’ICE 52 disegnato da Umberto Felsi del maltese Aaron Gat Florida, e dopo 20 minuti è stata la volta dell’Avasik Impulse, il nuovo 430 del francese Yves Grosjean, che è stato preceduto di soli 5 minuti, il secondo Class40. , ACI40 di Ivica Kostelic, l’ultimo della band verso mezzanotte.

READ  George Clooney "sta pensando di fare un film sui gemelli Cray"

Non è certo ancora finita, perché alle 01:09 l’Elo II, il prototipo dello Yacht Club Italiano con Mauro Bellachiere e un team di velisti giovani ma preparatissimi, taglia il traguardo. È stata una bellissima regata, con uno scafo vecchio, e hanno concluso davanti alle barche più nuove e più grandi. Anche per questo motivo ELO II era stato a lungo in testa alla classifica provvisoria ORC Gruppo 1, ed è stato poi superato da un’altra imbarcazione dello stesso yacht club italiano, il Comet 38 Scricca di Mario Russo, una delle barche arrivate in tarda mattinata.

La lunga notte di Monaco è continuata con l’arrivo di altri: poco dopo le 02:00 è arrivato il 42esimo, Daniil Sejalovic Solaris 55, autore di un’altra grande regata. Poi alle 04, quasi all’alba, è iniziato un altro sprint: Vaqueta, classe 40 con Alessio Bernabeu con Andrea Bendibeni, e Comanche Sagulla Lauria, Var40 con Pepe Furnish al timone, tagliano insieme il traguardo in prova. Altri 4 minuti ed è il turno del tedesco Almaro Neo 400 Plus. Sono le 04:08, finisce l’intensa notte degli arrivi. Le valutazioni, sia chiaro, sono in gran parte provvisorie.

Tra le 12:50 e le 13:15 altre quattro imbarcazioni giungono al traguardo, favorite dal ristoro del vento: Bistris, il Vismara 40 di Carlo Levantino, poi Spitfire, J121 del già citato olandese Federic de Visser. Scricca di Mario Russo, ed infine Starfly, Rimar di Alessandro Alaimo con i colori della Lega Navale Italiana a Palermo. Toccherà poi al primo classificato della classifica “2 Per” (in doppio), il veneziano Colombre JPK 1080 Massimo Joris in coppia con la Mini Transat Andrea Iacopini.

READ  grande settimana | 6-13 luglio

Nel pomeriggio alcuni arrivi hanno sconvolto le valutazioni IRC e ORC che apparivano stabili. Alle 15:27, la Joy Line incrocia la JPK 1010 del proprietario inglese Dave Butters della Parkeston YC a Poole. Colpo di scena: il tempo compensativo permette all’equipaggio britannico di sopravanzare Kuka 3 in testa alla classifica IRC. Circa un’ora dopo, è stata la volta del francese J99 Poisson Garou, di proprietà di Frederico Krupa, e pilotato da Jonathan Hewes. Superano anche Coca-Cola, ma non Joy, che resta al comando.

Da segnalare, gli altri concorrenti sono il Class950 Pegasus della coppia Francesco Conforto e Ruggero Bellucci, con il tempo di 99 ore e 59 minuti, mezz’ora di vantaggio su Motley, e il Figaro 3 di un’altra coppia, Luca Pettiati e Federico Sazzini, che ha stabilito un tempo di oltre 100 ore di corsa, come Altri arrivati: Ultravox, Maupiti, Melagodo.

Otto le barche ancora in regata e navigazione, in una corsa contro il tempo per concludere la regata nel tempo massimo domenica 27 alle ore 12:00. La prima a tagliare il traguardo dovrebbe essere Grace, la piccola imbarcazione Oceanis 31 dello Yacht Club Mediterraneo di Fabrizio Ferrera, che potrà primeggiare nel Gruppo ORC 2. Poi Imagin’Act Socomec, Class40 di Marco Guerra, poi Renoir, Brand Soleil 40 e Loli Fast, Sun Fast 3600 dei coniugi Davide Paioletti e Guido Trasimeni. In corsa contro il tempo anche Mowgli, Dufour 36 di Caroline Petit con equipaggio tutto femminile, che è l’unica barca che ha scelto di lasciare la Corsica a sinistra, senza passare per le Bocche di Bonifacio.

Con le banchine di Port Hercules davanti allo Yacht Club di Monaco sempre più affollate, la poliedrica Palermo-Montcarlo si prepara a vivere l’ultimo giorno della Palermo-Montcarlo 2023, domenica 27 agosto: l’orario massimo di arrivo terminerà alle 12:00:00 e la regata verrà dichiarata chiusa relative alle classifiche ufficiali. Poi alle 18 la cerimonia di premiazione, sugli stand dello Yacht Club di Monaco, alla quale sono attesi i vertici dei club organizzatori, autorità e partner.

READ  L’Italia cerca di puntare sulla crescita a Berlino

Link diretto al tracking sul sito ufficiale per seguire la regata: cf.yb.tl/pm2023

Organizzatori, circuiti e partner – La Palermo-Montecarlo è organizzata da 18 anni dal Circolo della Vela Sicilia in collaborazione con lo Yacht Club di Monaco e lo Yacht Club Costa Smeralda e sotto l’egida della Federazione Italiana Vela, UVAI (Unione Vela d’ Altura Italiana) e IMA (Associazione Internazionale Maxi).

Inserita nel circuito di regate “lunghe” del Campionato Italiano Vela Marittima FIV, tra quelli con il più alto coefficiente ai fini del punteggio per la classifica finale, la 500 miglia Palermo-Montecarlo fa parte anche dei seguenti prestigiosi circuiti: IMA Mediterranean Challenge ​maxi marino; la Coppa del Mar Mediterraneo; Classe 40 Coppa del Mediterraneo; e l’edizione 2023 del Championnat et Trophées Inshore et Offshore Méditerranée en Équipages-IRC.

L’evento è inoltre promosso direttamente dall’Assessorato al Turismo, Sport e Tempo Libero della Regione Sicilia, con la partecipazione della Città Metropolitana di Palermo e con il sostegno della Fondazione Siciliana. Partner sponsor sono Tasca d’Almerita e Porsche Centro Porsche Palermo.


www.palermo-montecarlo.it/2023/it